Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2019

'O Scarpariello, un piatto della tradizione napoletana doc

Immagine
‘O scarpariello, la pasta semplice nata nei Quartieri Spagnoli Uno dei piatti più conosciuti della cucina napoletana, è la pasta allo scarpariello, un piatto veloce, fatto di pochi ingredienti, che nacque anni fa, in una delle zone più popolari della città, i Quartieri Spagnoli.
Era proprio nei Quartieri Spagnoli infatti, che un tempo vi erano moltissime fabbriche di scarpe dove lavoravano appunto gli “scarpari”, ovvero  i calzolai che ogni giorno per ore ed ore producevano invidiabili e bellissime paia di scarpe. Si narra, che proprio tra loro, nacque la ricetta della pasta allo scarpariello (letteralmente quindi “pasta del calzolaio”), una ricetta veloce e dal basso costo , che potevano permettersi tutti, preparandola nel retro delle proprie botteghe, durante lo spacco per il pranzo.
Gli ingredienti base erano il ragù avanzato della Domenica e il formaggio, che quasi sempre nelle case dei calzolai abbondava, dal momento che il loro lavoro, pur essendo molto apprezzato, purtrop…

La Pizzafritta Napoletana, ovvero la Montanara

Immagine
Una pizza fritta vuota con salsa di pomodoro, formaggio e una fogliolina di basilico. Si tratta della pizza Montanara, un particolare tipo di pizza fritta napoletana, forse il più bizzarro e il meno conosciuto. La pietanza ha origini antichissime.
Come per la classica pizza fritta, anche la fama delle Montanare è legata al film L’oro di Napoli di Vittorio De Sica: a preparale in una scena della pellicola è l’attrice-icona della Napoli popolare Sofia Loren. Ed è proprio nella Pizzeria Donna Sophia (sita in via dei Tribunali 89) che si può gustare, oggi, una delle montanare più buone di tutta la città.


Ingredienti:

500 gr. di farina tipo 0
300 ml di acqua a temperatura ambiente
4 gr di lievito di birra fresco (2 gr di lievito secco)
1/2 cucchiaino di miele
8 gr di sale fino
olio di arachidi per friggere

Per condire le montanare:
1 Pomodori Pelati San Marzano DOPAGRIGENUS
Sale fino
Grana Padano DOP grattugiato
Basilico
Aglio
Olio extravergine di oliva



Per realizzare l'impasto delle …

Linguine al sugo di filetti di pomodorino del piennolo e canocchie

Immagine
La tradizione partenopea vuole il pesce ed i piatti di mare quale consacrazione della buona cucina. Il piatto la cui ricetta trovate di indicata di seguito è un primo tradizionale della Napoli del Pallonetto a Santa Lucia, un rione popoloso che deve il suo nome al più famoso "pallonetto", un gioco di origine basca nato intorno agli inizi del XV secolo con lo scopo d'intrattenere la Corte Medicea. Lo sport arrivò ben presto a Napoli dove si iniziò a praticare all'aria aperta ed in special modo in questa zona della città.






Iniziate sciacquando molto bene le canocchie, mettetele in una pentola capiente e fatele saltare qualche minuto: sarà più semplice estrarre la polpa a quelle più grosse.
Tritate quindi lo scalogno e fatelo imbiondire in un tegame con l’olio a fuoco dolce insieme a qualche pezzettino di peperoncino.
Unite poi tutte le canocchie: la polpa a pezzetti e quelle intere nello scalogno imbiondito e sfumate con il vino bianco poi, quando quest'…

Calzoni salsiccia e friarielli

Immagine
Nella cucina napoletana i friarielli formano un binomio indissolubile con la salsiccia.
Sì, perché si sa che: “’A morte d’’e friarielli è ‘a sasiccia!”.
Un piatto a base di verdure e carne, davvero unico ed inimitabile.  Non c’è napoletano che si rispetti che non li ami e li prepari ad hoc. I friarielli, che crescono nelle zone di Napoli, sono difficilmente reperibili in altre zone della Campania e d’Italia, infatti vengono sostituiti con le cime di rapa ma la ricetta viene così stravolta. I friarielli di Masseria dello Sbirro, in vetro e già pronti all'usosono l'alternativa perfetta per avere questa gustosa e unica verdura tutto l'anno! Prova la nostra ricetta dei "Calzoni salsiccia e friarielli".


INGREDIENTI PER 4 CALZONI:

    •    500 gr di pasta per pizze
    •    2 salsicce
    •    1 barattolo di Friarielli Masseria dello Sbirro
    •    1 spicchio di aglio
    •    1 peperoncino
    •    olio evo

Preparate la pasta di pizza con 250 gr. di farina tipo 0