Zeppole di San Giuseppe

Le Zeppole di San Giuseppe sono un dolce tipico della cucina napoletana, una tradizione fortissima e molto sentita nella città di Napoli: qui vengono preparate tutto l’anno ma in particolare per la festa di San Giuseppe, ossia la Festà del papà.


Come per tutte le ricette antiche, si raccontano aneddoti e curiose storie. C’è chi dice le zeppole derivano da una tradizione antica che risale addirittura all’epoca romana. Secondo la tradizione dell’epoca, dopo la fuga in Egitto con Maria e Gesù, San Giuseppe dovette vendere frittelle per poter mantenere la famiglia in terra straniera e, per questo motivo, i romani gli diedero il simpatico appellativo di “frittellaro”.



Le originali si trovano solo a Napoli dove, come si racconta, sono nate in un convento: San Gregorio Armeno o Santa Patrizia.

Ecco la ricetta di Natinitaly per almeno 12 pezzi
  • Acqua 250 ml
  • Farina tipo 00 160 gr
  • Uova 4
  • Burro 70 gr 
  • Buccia grattugiata di limone 1
  • Sale marino 1 pizzico

Per la crema
  • Latte 500 ml
  • Farina tipo 00 1 cucchiaio
  • Zucchero bianco 5 cucchiai rasi
  • Limoncello 1 bicchierino
  • Uova 2 tuorli
Per decorare
  • Zucchero a velo
  • Amarene sciroppate, q.b.
Mettete in una pentola l'acqua, il burro tagliato a dadini e un pizzico di sale. Fate sciogliere il burro e portate a ebollizione.
Spegnete il fuoco, aggiungete la farina (che avrete precedentemente setacciato) e la buccia grattugiata di un limone (che donerà un invitante profumo ai bignè, una volta cotti).
Mescolate e rimettete sul fuoco per un paio di minuti o almeno fino a quando il composto non si staccherà dalle pareti della pentola.
A questo punto aggiungete le uova, una ad una, mescolando bene (sempre a fuoco spento, per non rischiare di cuocere l'uovo con il calore della pentola).
Rimettete sul fuoco per un paio di minuti. Spegnete  e mettete il composto in una siringa da pasticcere.
Foderate di carta da forno una teglia e create dei cerchi concentrici di pasta. Ogni disco di pasta dovrà poi essere sormontato da un circoletto di pasta che darà "spessore" al bignè e dove, dopo averli cotti, inserirete la crema pasticcera.
mentre cuocete in forno i bignè (a 200° per circa 20 minuti) preparate la crema pasticcera. In un pentolino mettete il latte e la farina. Mescolatela con una frusta a mano facendo attenzione che non si formino grumi.
Fate cuocere a fuoco medio sempre mescolando, aggiungete i tuorli d'uovo e lo zucchero. Prima che la crema addensi aggiungete il bicchierino di limoncello che donerà il profumo alla crema pasticcera. Fatela rapprendere e spegnete quando avrà raggiunto la consistenza che preferite (se è troppo liquida ammorbidirà i bignè).
Se è molto soda potrete farcirli usando la siringa da pasticcere. Noi abbiamo scelto una consistenza media, per poterli farcire semplicemente usando un  cucchiaino. Aggiungete su ogni Zeppola di San Giuseppe un'amarena sciroppata (scolata precedentemente dallo sciroppo) e spolverate con zucchero a velo. Servite subito. Si conservano in frigo al massimo per due giorni.





Puoi anche acquistarle on line sul nostro sito di Eccellenze Alimentari. Sono prodotte dai migliori pasticceri napoletani, questo è il link https://bit.ly/2TuRUnR

Commenti

Post popolari in questo blog

'O Scarpariello, un piatto della tradizione napoletana doc

Graffe fritte napoletane

Migliaccio Napoletano